Eventi

Santa Messa a Caivano, i familiari delle vittime innocenti incontrano la comunità di Don Patriciello

Scritto da Ciro Iacone
foto familiari delle vittime innocenti foto familiari delle vittime innocenti

CAIVANO - Sabato 14 dicembre, i familiari delle vittime innocenti della criminalità sono stati invitati a partecipare alla celebrazione di una santa messa, in occasione delle prossime festività natalizie. L'invito è pervenuto direttamente da don Maurizio Patriciello, sacerdote noto nella comunità per la difesa della "Terra dei fuochi" e delle diversità interrazziali. L'incontro ecclesiastico si è svolto presso la parrocchia "San Paolo Apostolo" (in via Circumvesuviana Ovest al Parco Verde di Caivano).

Un'occasione di aggregazione in cui due comunità si sono unite in un abbraccio tra "feriti" per disegnare, a partire dalla preghiera, una traiettoria di riscatto che dia ancora più senso alla sopravvivenza alla violenza criminale. "Li ringrazio per avere accettato il mio invito ed essere venuti nella nostra parrocchia - dice Padre Maurizio- Il Signore consoli i loro cuori afflitti e dia a tutti noi il coraggio di dire sempre e solamente NO a ogni forma di prepotenza, di illegalità, di camorra, di mafia". La memoria e il dolore, così come fede e speranza, hanno unito tutti i presenti in un'amicizia fatta di giustizia sociale.

È stato un momento veramente importante per noi familiari, un ritrovarsi tutti insieme per la memoria dei nostri cari. È stato bello essere riscaldati dall'abbraccio di don Patriciello e della sua comunità. Due mondi paralleli uniti dal medesimo impegno, dalla stessa forza" dichiara Carmen Del Core - Presidente in carica del Coordinamento Campano dei familiari delle vittime innocenti.

Un pomeriggio ricco di emozioni per i presenti i quali rivolgono un profondo "Grazie" ai due sacerdoti. Per don Tonino Palmese, padre spirituale del Coordinamento nonché presidente della Fondazione Polis, da sempre accanto alle sofferenze dei familiari, pronto sia a dare loro conforto sia spunti di riflessione. Altrettanto affetto e riconoscenza è per Padre Maurizio Patriciello, e al suo forte messaggio al fine di risvegliare le coscienze e lo spirito di rivolta sociale per riqualificare il territorio.


Questi cari fratelli e sorelle sono morti anche per Te, non dimenticarlo mai!.

(Padre Maurizio Patriciello)

Letto 39 volte