Le Storie

Palma Scamardella

Palma Scamardella Coordinamento campano dei familiari delle vittime innocenti della criminalità

Palma Scamardella, 35 anni

Il 12 dicembre 1994, poco dopo le 14:00, Palma Scamardella era sulla scala esterna della sua abitazione quando fu colpita alla testa da un proiettile. Il colpo fu fatale. La donna perse la vita per mano criminale pur essendo estranea agli ambienti della malavita. 

Solo dopo si venne a sapere cosa fosse successo. Palma Scamardella fu vittima di uno scambio di persona. La villetta nella quale viveva era divisa in due parti tenute tra loro da una scala centrale. Da una parte la famiglia di Palma, "persone normali", dall'altra vi erano appartenenti al clan di Lago che in quel periodo si contendeva il territorio di Pianura, quartiere di Napoli. Le scale erano ricolme di cespugli e, un clan rivale ai vicini di casa, attendevano all'esterno della villa per un agguato. Vedendo una sagoma muoversi dietro il fogliame, i sicari spararono senza preoccuparsi di chi ci fosse dall'altra parte. 

Storico giuridico

  •  

 Il ricordo di Emanuela Sannino, figlia di Palma

"All'epoca avevo circa 18 mesi. Eravamo dalla nonna che abitava al piano di sotto al mio. Quando si fece orario di pranzo, mia madre andò a casa a prendere le pappine per me. Il tempo passava ma lei non faceva ritorno. Così, mia nonna mi prese per mano per andare a veder perché ci mettesse tanto. Aperta la porta, mia madre era riversa a terra immersa nel sangue. Mia nonna per lo shock lasciò la mia mano, ed io, mi riversai su di lei. Fu il mio ultimo abbraccio. Mia mamma era una semplice casalinga, una civile, non un pubblico ufficiale che per lavoro mette a rischio la propria vita. Lei era al posto giusto e al momento giusto, a casa a farmi da madre, ed è proprio lì che è stata ammazzata. Il sol pensiero è ancor oggi un forte dolore".

"Da piccola chiedevo di mia madre, di come fosse morta. Mi fu sempre raccontato che fu una febbre a portarla via da me. La verità la conobbi quando avevo circa 10 anni. Una parente si fece scappare parte del racconto in mia presenza. Un drastico risveglio. Da quella volta non chiesi più nulla, preferivo il silenzio a quella brutta storia. Poi, di nuovo alle superiori, una professoressa fece trapelare la notizia della mia familiarità che nascondevo gelosamente. Per me fu di nuovo uno shock".

"L'inizio dell'impegno sociale non è stato dei più semplici. Ritenevo che la mia storia fosse «un problema solo mio» e non capivo l'utilità di condividerla con dei perfetti sconosciuti. Un percorso fatto di incontri e confronti con realtà simili. Poi, partecipando al campo estivo si Libera iniziai a sentirmi più sicura. Fu una bella esperienza anche se ancora un po’ bloccata dalla timidezza. La vera svolta arrivò con il confronto con altri familiari e il mondo del Coordinamento campano dei familiari delle vittime innocenti. Il riconoscermi con dei simili, anche senza parlare, mi faceva sentire capita. Così continuai. Iniziai a frequentare una cooperativa territoriale in cui accolgono bambini provenienti da famiglie disagiate. Fu illuminante sentir dire, da quei bambini, di voler diventare poliziotti o aiutare il prossimo in qualche modo nonostante provenissero da contesti sociali dove si odia la divisa. Acquisii la consapevolezza di poter essere messaggera e testimone di cambiamento. Così, nel 2012, fondammo l'Associazione 'Palma Scamardella'. Invitiamo le persone a fare scelte coscienziose e non ai danni della giustizia. Queste alimentano il sistema criminale le cui conseguenze colpiscono tutta la comunità".

Siate responsabili! Noi siamo come gocce che messe insieme formano il mare e anche una piccola goccia contribuisce alla sua grandezza.

 #Memoria: libri e luoghi intitolati a Palma Scamardella

  • 12 dicembre 2012 - Intitolate alla memoria di Palma e di Gigi Sequino e Paolo Castaldi, le "Aiuole della Memoria" a Pianura, via Giustino Russolillo.
  • 29 aprile 2013 - La storia di Palma Scamardella è raccontata nel libro:"Fiore...come me" di Giuliana Covella. Spazio Creativo Edizioni.
  • 12 dicembre 2013 - Intitolata la "biblioteca della legalità"  presso l'istituto comprensivo "Giovanni Falcone" di Pianura.
  • Novembre 2014 - Inaugurata "la Casa della Cultura" a Pianura. Ognuna delle 15 sale della struttura è intitolata ad una vittima innocente tra cui Palma Scamardella.
  • Marzo 2015 - La storia di Palma è menzionata nel libro:"Memoria" pubblicato dall'associazione Libera, a cura di: Marcello Cozzi, Riccardo Christian Falcone, Iolanda Napolitano, Simona Ottaviani, Peppe Ruggiero. Stampato per conto delle Edizioni Gruppo Abele presso Cooperativa La Grafica Nuova.
  • Gennaio 2018 - Inaugurato e intitolato il Presidio Libera di Pianura "Gigi & Paolo e Palma Scamadella" presso la Casa del giovane.
  • 24 aprile 2018 - La vicenda di Palma è raccontata nella "Pillola NON INVANO" prodotto dalla Fondazione Polis della Regione Campania.
  • 27 maggio 2018 - Palma Scamardella è tra i volti raffigurati sul murales realizzato da Arcadio Krayon Pinto sito in Largo Sant'Eugenio, a Pavona (RM).
  • 13 giugno 2018 - Palma è tra le storie del libro:"Un giorno per la Memoria" curatrice Anna Copertino. Editore Homo Scrivens.
  • 2019 - La storia di Palma è menzionata nel libro:"Dead Silent: Life Stories of Girls and Women Killed by the Italian Mafias, 1878-2018" del University of Wisconsin Milwaukee UWM Digital Common.

Eventi in ricordo di Palma Scamardella

  • 12 dicembre 2012 - Cerimonia d'inaugurazione dell'aiuole della Memoria seguita da una messa in suffragio presso la cripta di don Giustino Russolillo.
  • 12 dicembre 2013 - Inaugurazione della "biblioteca della legalità" intitolata a Palma seguita da una messa in suffragio presso la Cripta di don Giustino, a Pianura.
  • 23 maggio 2014 - Cerimonia di consegna del Premio Palma Scamardella presso l'I.C."Giovanni Falcone" di Pianura.
  • 23 settembre e 4 ottobre 2014 - Palma Scamardella è tra le vittime innocenti presenti nello spettacolo "VIVI". Progetto realizzato dalla Fondazione Polis, in collaborazione con il Coordinamento campano dei familiari delle vittime innocenti della criminalità, con il supporto tecnico e scientifico di Aldo Zappalà di Village doc&film.
  • 12 dicembre 2014 - Momento cittadino seguito da una messa in suffragio presso la Cripta di don Giustino, a Pianura.
  • 12 dicembre 2015 - Momento cittadino seguito da una messa in suffragio presso la Cripta di don Giustino, a Pianura.
  • 12 dicembre 2016 - Momento cittadino seguito da una messa in suffragio presso la Cripta di don Giustino, a Pianura.
  • 12 dicembre 2017 - Momento cittadino seguito da una messa in suffragio presso la Cripta di don Giustino, a Pianura.
  • 12 dicembre 2018 Piantate e intitolati due alberi in memoria di Palma, Gigi & Paolo nell'aiuola posta in Via Torricelli, le scuole di Pianura. Evento promosso dal Presidio Libera locale e le scuole del territorio.
  • 12 dicembre 2019 - Una marcia commemorativa partita dal plesso Torricelli(dell'IC Russolillo) fino all'aiuola a lei intitolata sempre a Pianura.
  • 14 febbraio 2020 - Manifestazione commemorativa in occasione del compleanno di Palma presso il Teatro della Sede Centrale, a Napoli. Evento organizzato dalla direzione scolastica dell'IC "Don G.Russolillo" di Pianura.

 

L'Associazione "Palma Scamardella"

L'associazione nasce nel 2012 dalla voglia dei familiari di Palma, sostenuti da tutte le persone incontrate nel tempo, di voler ricordare Palma Scamardella. Prendono parte attivamente non solo chi l'ha conosciuta in vita ma, e soprattutto, da chi desidera che il suo Nome e la sua storia non vengano mai dimenticati.

Dal 2012, l'associazione realizza borse di studio per i ragazzi del territorio di Pianura, quartiere di Napoli.

Resta connesso con Palma Scamardella

Per rimanere informato sui prossimi eventi in memoria di Palma Scamardella segui la pagina Facebook dell'Associazione dedicata a lei! 

Associazione Palma Scamardella - Vittima innocente di camorra

Letto 341 volte Ultima modifica il %PM, %12 %746 %2020 %16:%Dic