Le Storie

Visualizza articoli per tag: Antonio Petito

%PM, %10 %708 %2017 %16:%Feb

Antonio Petito

Antonio Petito, 20 anni

Antonio, ultimo di sette figli, possedeva un’officina meccanica e per il suo compleanno, il padre gli regalò un'auto che teneva sempre pulita come uno specchio. La mattina dell'8 febbraio del 2002, Antonio faceva un giro in auto per Casal di Principe (CE). Mentre era fermo al semaforo attivò i tergicristalli per pulire i vetri. Uno spruzzo d’acqua colpì un ragazzo di 13 anni che iniziò ad inveire contro di lui. A poco servirono le giustificazioni del giovane Petito che cercò di difendersi a suo modo dalle offese. Purtroppo, quel ragazzino era il figlio del boss Bidognetti che, sentitosi oltraggiato per il gesto fatto in pubblico, minacciò Antonio lasciandolo con un: "Per stasera sarai morto". Verso sera, arrivarono tre killer a bordo di un’Audi A6. Furono inviati dalla mamma del ragazzino per "difendere l’onore del clan". Antonio Petito fu ucciso con ben 12 colpi per una stupida vendetta.

Storico Giuridico

  • Le indagini furono archiviate in breve per mancanza di testimoni.
  • Dopo oltre dieci anni, i carabinieri del Nucleo Investigativo di Caserta, hanno chiarito il movente dell’omicidio anche grazie alle dichiarazioni di numerosi collaboratori di giustizia.
  • Per l’omicidio sono state emesse ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei tre esecutori materiali:
    - Giovanni Letizia, 32enne, sicario del gruppo Setola ritenuto l'autista del commando
    - Nicola de Rolla, 65enne, e Gaetano Pagano, 50enne, ritenuti gli esecutori materiali
    - Indagati anche i vertici del clan, molti dei quali oggi collaboratori di giustizia, come Anna Carrino, compagna del boss Francesco e madre di Gianluca, ritenuta una dei mandanti del delitto, e Luigi Guida detto "O Drink", come mandante per salvare l'onore della famiglia.
    - Indagato anche Emilio Di Caterino, pentito, che svolse il ruolo di "specchiettista".
  • 26 novembre 2013 - il GIP del tribunale di Napoli stabilisce le condanne:
    - 16 anni di reclusione per: Guida, Grassia, Di Caterino e Carrino;
    - ergastolo per: Giovanni Letizia;
    - 2 anni e 8 mesi di reclusione per Verolla.
  • 9 ottobre 2014 - La Corte di Appello di Napoli, III sezione, riduce le pene a:
    - 12 anni per Guida;
    - 10 anni e 8 mesi di reclusione per Grassia e Di Caterino;
    - 19 anni e 4 mesi per Letizia;
    - Assolto Verolla per non aver commesso il reato.

#Memoria: eventi & intitolazioni per Antonio Petito

  • 5 aprile 2013 - Fiaccolata presso la scuola media "Dante Alighieri" di Casal di Principe (CE).
  • 23 febbraio 2015  - Messa in suffragio presso la Parrocchia Spirito Santo di Casal di Principe (CE) celebrata da don Tonino Palmese.
  • Marzo 2015 - La storia di Genovese è menzionata nel libro:"Memoria" pubblicato dall'associazione Libera, a cura di: Marcello Cozzi, Riccardo Christian Falcone, Iolanda Napolitano, Simona Ottaviani, Peppe Ruggiero. Stampato per conto delle Edizioni Gruppo Abele presso Cooperativa La Grafica Nuova.
  • 8 febbraio 2020: "Fai gol per la Memoria" - partita di calcio presso lo stadio "Angelo Scalzone" di Casal di Principe. Segue la piantumazione di un albero di Leccio.

 

Pubblicato in Storie